itinerari per lo spirito

Chiesa Parrocchiale di San Vittorio (1835/38)

Chiesa Parrocchiale di San Vittorio

La chiesa parrocchiale dedicata a San Vittorio Martire che con Santa Teresa d‘ Avila e Sant’Isidoro sono i patroni di Santa Teresa, fu edificata tra il 1835 ed il 1838, grazie alle donazioni della principessa Annamaria di Savoia e della madre Maria Teresa; le due nobildonne inoltre regalarono rispettivamente la statua lignea dell’assunta e una serie d’arredi d’argento.Nella chiesa tra le opere d’arte custodite meritano particolare attenzione il “Cristo Crocifisso Vivo”, gli argenti sacri donati da Maria Teresa d‘Austria nel 1811, e l’icona di San Matteo proveniente dalla Russia centrale, della prima metà del ‘700, attribuita alla scuola di Stroganoff. La chiesa, completamente intonacata, è molto semplice, in fondo, sul lato destro, si alza elegante la torre campanaria.La visita al centro storico si sviluppa attorno alle due piazze principali, piazza San Vittorio e Piazza Vittorio Emanuele I, su cui si riversano le numerose vie disposte a scacchiera. Attraverso via Maria Teresa si giunge da piazza Vittorio Emanuele I in piazza San Vittorio con l’omonima Chiesa. Il ruolo di centro di gravità teresino è sempre stato nella pizza Vittorio Emanuele I, circondata da alcuni dei palazzi storici della cittadina.

Chiesa di Santa Lucia 1890

Chiesa di Santa Lucia

La piccola chiesa dedicata a Santa Lucia è ubicata nell’omonimo quartiere, affacciata in un piccola piazza nella parte antistante, mentre nel retro si intravede il fiordo del porto. Di forma piuttosto semplice, rettangolare, con contrafforti laterali, interamente intonacata e dipinta di bianco. La struttura interna è a navata unica divisa da due archi a tutto sesto; la nicchia sulla parete semicircolare di fondo alla chiesa ospita la statua della Santa.
All’interno un bel crocifisso con il Cristo in legno di Olivastro e la croce in ginepro ,opera di Giovanni Pedditzi. Alle pareti le quattordici stazioni della via Crucis, opera del pittore Cosimo Musio. Per la gente del luogo rappresenta il posto in cui i ricordi si mescolano alla nostalgia degli antichi riti del borgo. Ancora oggi sulla piazza , il 24 giugno si festeggia il “salto dei fuochi” di San Giovanni con il quale si realizza il rito del comparatico. A Dicembre si celebrano la Novena dell’Immacolata e quella di Santa Lucia.
Anche in Sardegna Santa Lucia è invocata in una miriade di brebus, ed esiste pure un amuleto a lei dedicato. Si tratta di una conchiglia che si chiama occhio di santa Lucia. Nel XIV secolo ( Lucia è martirizzata il 13 dicembre 304) con l’anticipo del calendario Giuliano rispetto all’anno solare il 13 dicembre coincideva esattamente con il solstizio d’inverno. E’ così che la festa della Santa divenne l’annuncio della nuova luce, la promessa di giorni più lunghi e notti più brevi, che poi è l’antico senso dei festeggiamenti in onore di quello che oggi chiamiamo Natale.

Chiesa di Nostra Signora del Buoncammino (1900)

Chiesa di Nostra Signora del Buoncammino

Si erige al centro della piana a cui da il nome. Edificio seicentesco, ha la pianta a croce latina con una grande cupola sul presbiterio. Sul lato sinistro si apre un piccolo portico; mentre sulla destra del transetto si aizza il campanile a vela. All’interno una pregevole statua in marmo raffigurante la Madonna del Buoncammino (1628). 13/14 giugno Festa di S. Antonio, celebrazione della Santa Messa e Processione.

Chiesa Campestre di Santa Reparata (1851)

Chiesa di Santa Reparata

Si erge nella baia omonima, edificata nell’ottocento, riprende il titolo da un’antica chiesa andata distrutta, che sorgeva sul promontorio di Capo Testa. Gradevole l’interno a tre campate e tetto in legno. Campanile a vela rientrato che sporge sul fianco sinistro. Prima decade di settembre celebrazione della Santa Messa e Processione. Degustazione di prodotti tipici, assaggi di trippa, pane e vino ed intrattenimento musicale a Buoncammino.

Chiesa Parrocchiale di San Tomaso, Porto Pozzo (frazione di Santa Teresa)

Chiesa di San Tomaso

Chiesa parrocchiale del piccolo centro di Porto Pozzo. Costruita negli anni trenta del XX secolo, è una piccola chiesa con attigua sacrestia sulla sinistra, e salone sulla destra. Il 3/4 luglio, Vespro e Benedizione della bandiera, degustazione di prodotti tipici ed intrattenimento musicale.

Chiesa Campestre di San Giuseppe, Località Saltara

Chiesa di San Giuseppe

Risalente agli anni trenta, è molto simile alla chiesetta di Porto Pozzo, il 30 aprile Celebrazione della Santa Messa e benedizione della Bandiera. Il I° maggio, festa dei lavoratori, celebrazione della Santa Messa. Assaggi di carne bollita e vino, intrattenimento musicale.

Chiesa Parrocchiale di San Pasquale (frazione di Santa Teresa Gallura)

Chiesa di San Pasquale

Costruita in granito a vista negli anni sessanta ad imitazione del romanico basilicale, ha un gran porticato in facciata, ripetuto al livello superiore, ma solo per i due archi centrali. Felicissimo il panorama che si gode dal campanile sul lato destro. All’interno si segnala un bel Battistero in legno della fine dell’ottocento, oltre a varie statue.
16/17 maggio Festa Patronale con Celebrazione della Santa Messa in onore di San Pasquale Baylon. Degustazione di trippa e vino ed intrattenimento musicale.
14 agosto celebrazione della Santa Messa (Chiesa Parrocchiale) in occasione della “Festa del Turista”. Assaggio di prodotti tipici ed intrattenimento musicale.

Chiesa Campestre di San Michele (bivio per Tempio Pausania-Palau)

Chiesa di San Michele

29 settembre celebrazione della Santa Messa in onore di San Michele,  7/8 maggio festa campestre con degustazione di prodotti tipici e intrattenimento musicale.